Mentre siamo ancora nel pieno di Beerattraction, abbiamo deciso di fare il punto su Birra dell’Anno 2023. Visto, naturalmente, con lo sguardo del movimento brassicolo marchigiano.
Iniziamo dai giudici. Per la prima volta, ben due giudici marchigiani hanno avuto l’onore e l’onere di sedere ai tavoli con i più bravi ed esperti giudici di ogni parte del mondo: Roberto Americano Perticarini ormai veterano della manifestazione e il rookie Nicola Mallucci alla sua prima apparizione. In più aggiungiamo il “marchigiagnolo” Carlo Cleri, geograficamente in Romagna, ma con il cuore nelle Marche.

Ma come sono andate le birre delle Marche?
Quest’anno niente premio Birrificio dell’Anno, ma tantissimi piazzamenti che mettono la nostra regione sul podio per numero di medaglie aggiudicate e che confermano lo straordinario momento di forma del settore.

Chi ha vinto cosa?
Bronzo per gli ascolani Babylon con la loro BABYLON PILS, in una categoria con moltissime birre iscritte. Oro strameritato per Elia Santi e i ragazzi di Renton con la BOMBAY nella cat.9 (ambrate ad alta fermentazione). Non fanno più notizia i premi al BIRRIFICIO DEI CASTELLI, oro con la Extrema Ratio Red e argento con la Extrema Ratio White nelle cat.20 e cat.15, le due versioni con malti caramellati e frumento della iconica Extrema Ratio. Già Birrificio dell’ Anno nelle passate edizioni, Marco e Fabio Raffaeli di MUKKELLER portano a casa due argenti con la Tullio (Rue IPA) e con la straordinaria Corva Nera (American Stout e American Porter). Proprio in quest’ultima categoria arriva l’oro per MALARIPE, grazie alla loro LA ZOPPA che mette dietro birre di grandissima qualità. Oro anche per Matteo e Cecilia di MC77 con la San Lorenzo nella categoria Blanche e Wit. Per loro oro anche nelle Tripel con l’APE Regina e menzione per l’APE REGINA D’INVERNO (Belgian strong, dubbel, quadrupel). E per finire, menzione anche per Styles.

E il pubblico?
Numerosissimi gli appassionati e gli addetti al settore marchigiani arrivati a Rimini per la festa del Beerattraction. Finalmente la manifestazione torna nella sua casa naturale e i Beerlovers marchigiani ringraziano e si fanno trovare sempre presenti!

Nicola Mallucci